Statuto LiguriaIN


 

Logo Ufficiale LiguriaINSTATUTO DELL’ASSOCIAZIONE
BUSINESS CLUB LiguriaIN

 

ARTICOLO 1 (Denominazione e sede)


Con la sottoscrizione del presente Statuto si costituisce a  Genova il “BUSINESS CLUB LIGURIA IN” (di seguito denominato Club): associazione senza finalità di lucro con sede in Genova.  Questa aderisce alla Federazione Nazionale ClubIN, della quale accetta integralmente lo statuto per le parti di competenza.

ARTICOLO 2 (Scopi e finalità)

Scopi e finalità del Club sono:

·               Stimolare la produzione di nuove idee e generare tra gli associati occasioni di business, aggregare persone per il raggiungimento e la diffusione di tali scopi;

·               Creare occasioni di riflessione e dibattito sia formali che informali su temi inerenti al mondo degli affari, del lavoro e dello sviluppo economico in generale, mediante l’organizzazione di eventi quali ad esempio aperitivi, cene, convegni, seminari,  corsi ecc.;

·               Promuovere all’interno dei propri ambiti una visione positiva del mondo degli affari e della socialità in genere.

ARTICOLO 3 (Soci)

Sezione A (Requisiti)

Può diventare Socio ogni persona maggiorenne, di buona condotta morale e di ottima reputazione personale e professionale, iscritta al sito www.linkedin.com, che accetti il link con il Presidente del Club e con il Gruppo appositamente creato nello stesso sito (Business Club 2.0 Liguria-IN).

Sezione B (Classificazione dei Soci)

SOCIO EFFETTIVO: ha tutti i diritti, facoltà e privilegi ed è sottoposto a tutti gli obblighi che l’adesione al Club comporta secondo quanto previsto dall’Atto Costitutivo, dal presente Statuto e dall’eventuale Regolamento.  Può essere eletto a ogni carica del Club.  Ha diritto di voto ogni volta che una questione è sottoposta ai Soci.  Dovrà inoltre frequentare regolarmente le Riunioni, versare senza ritardo le sue quote, partecipare alle attività del Club.

SOCIO AGGREGATO: socio che, per motivi riconosciuti validi dal Consiglio Direttivo, non può frequentare regolarmente le riunioni, ma desidera tuttavia rimanere associato al Club.  Tale qualifica viene concessa dal Consiglio Direttivo e deve essere riveduta dal Consiglio stesso periodicamente.  Il Socio aggregato non potrà essere eletto ad alcuna carica e non gli compete il diritto di voto.  Il Socio aggregato dovrà egualmente versare le quote stabilite dal Club per tale categoria di Soci.

SOCIO ONORARIO: persona non associata al Club, ma a cui il Club stesso desideri conferire una speciale distinzione per particolari meriti acquisiti nel mondo del Business, del prestigio personale o per particolari servizi apportati al Club stesso.  Il Club versa la quota d’iscrizione e i contributi straordinari richiesti al Socio onorario, che può partecipare alle riunioni, ma non ha il diritto di voto e non può ricoprire cariche.  La qualifica di Socio onorario può essere concessa dal Club, su proposta di qualunque Socio, previo parere favorevole del Consiglio Direttivo.

SOCIO FONDATORE: sono coloro che sottoscrivono il presente Statuto.  Tale qualifica è mantenuta a vita ed è indipendente da quella di Socio Effettivo.  I Soci Fondatori, se Soci Effettivi, hanno tutti i diritti e gli obblighi derivanti da tale qualifica.

Sezione C (qualifica di Socio)

L’ammissione di nuovi Soci è possibile con la seguente procedura:

a)             La domanda di ammissione perverrà al Presidente del Consiglio Direttivo, tramite l’apposito form che sarà inviato e riconsegnato a mezzo posta elettronica in formato digitale (vedi art. 14).  Al candidato verrà richiesta la connessione LinkedIn con il Presidente e con il Gruppo appositamente creato (Business Club 2.0 Liguria-IN).  Effettuata la connessione, la candidatura sarà accettata in via provvisoria e comunicata per email a tutti i Soci.  Entro 15 giorni dall’accettazione provvisoria i Soci avranno facoltà di presentare opposizione all’ingresso del nuovo membro al Consiglio Direttivo, questo valuterà tale opposizione e delibererà secondo criterio di maggioranza, notificando la propria decisione al candidato.

b)             Per la riammissione del Socio dimessosi, valgono le stesse modalità elencate al punto precedente.

ARTICOLO 4 (Quote e contributi)

Sezione A

Ogni nuovo Socio deve versare la quota di ammissione al Club, valida per l’anno solare in corso e stabilita di anno in anno dal Consiglio Direttivo, contestualmente alla notifica di accettazione definitiva della sua candidatura, esso deve versare la quota annuale, solo dopo tale versamento verrà eletto socio del Club. Il mancato versamento della suddetta quota entro e non oltre 15 giorni dalla notifica di accettazione, causerà la decadenza della candidatura.

Sezione B

L’ammontare della quota di ammissione per i nuovi Soci e di quella annua dovuta da tutti i Soci viene determinato ogni anno dal Consiglio Direttivo.

Sezione C

C.1.- Ogni Socio deve versare la quota annuale fissata entro il 31 Gennaio di ogni nuovo anno.

ARTICOLO 5 (Dimissioni)

Le dimissioni devono essere presentate in forma scritta, via fax o via e-mail, all’attenzione del Presidente del Club. Queste non  dispensano il socio uscente dal pagamento di eventuali  somme dovute sino  a quella data; il saldo dovrà comunque essere corrisposto contestualmente alle dimissioni stesse.

ARTICOLO 6 (Decadenza ed Espulsione)

Sezione A

Il Socio effettivo può essere dichiarato decaduto dalla qualifica di Socio effettivo con delibera del Consiglio nelle seguenti circostanze:

1.                  Manchi ad almeno la metà delle Riunioni nel corso dell’anno sociale, senza valida giustificazione.

2.                  Non ottemperi al pagamento dei contributi sociali entro 30 giorni dalla messa in mora (oltre il 31 gennaio di ogni nuovo anno). 

3.                  Venga condannato con sentenza definitiva per reati non colposi.

4.                  Tenga reiterati comportamenti arrecanti grave disturbo o danno.

Il Socio dichiarato decaduto non potrà essere riammesso in nessun caso nel Club.

Sezione B

Ogni Socio può essere espulso dal Club anche per altre motivate, gravi e valide ragioni non contemplate nell’elenco di cui sopra. 

Previo invito al Socio a fornire, entro 30 giorni, proprie precisazioni sui fatti che gli sono contestati, la questione verrà discussa e messa ai voti in sede di Consiglio Direttivo, la delibera di espulsione necessiterà di almeno i 2/3 dei voti favorevoli e sarà  insindacabile. 

ARTICOLO 7 (Cariche sociali)

Sezione A

Le cariche sociali del club sono: il Presidente, il Past-President, il Vice-Presidente, il Segretario, il Tesoriere, il Direttore Organizzativo, gli Area Manager, i Consiglieri e i Working Group Manager.

Sezione B

Possono ricoprire cariche solo i Soci effettivi ed in regola con le quote.

Sezione C

Le cariche di norma non comportano compensi, fatti salvi eventuali rimborsi spese previamente deliberati dal Consiglio su proposta del Tesoriere o del Presidente.

Sezione D

7.D.1.- PRESIDENTE

Spetta al Presidente la legale rappresentanza pro-tempore del Club. Convoca e presiede le Riunioni ordinarie e straordinarie del Consiglio Direttivo, i Meetings e le Assemblee dei Soci.  Distribuisce gli incarichi ai membri del Consiglio Direttivo, già comunque segnalati all’atto della sua candidatura, sostituisce i membri in carica all’atto della destituzione o comunque della fuoriuscita di uno o più di questi. Propone i Working Group, ne nomina e ne controlla i relativi Manager; cura la regolare convocazione e lo svolgimento delle elezioni. In caso di inettitudine, di grave colpa o di comportamenti non allineati con lo spirito e gli obiettivi del Club, destituisce dagli incarichi i membri del Consiglio Direttivo sostituendoli con altri più idonei secondo le modalità di cui all’Art. 8.A.3.; per le stesse cause può destituire i Working Group Manager  nominandone altri più appropriati.

7.D.2.- PAST-PRESIDENT

Egli rappresenta la continuità tra l’attività passata e la presente.

7.D.3.- VICE-PRESIDENTE

Sostituisce e rappresenta il Presidente, assumendone tutte le relative funzioni e i poteri, quando questo è indisponibile. Il Vice Presidente, in caso di prolungata assenza del Presidente, procede alla convocazione delle elezioni.

7.D.4.- SEGRETARIO

Provvede alla stesura ed alla conservazione dei verbali di tutte le Riunioni di Club. Attua le delibere del Consiglio.   Gestisce il collegamento tra il Consiglio Direttivo ed i soci nonché  mantiene i rapporti non istituzionali con la federazione Club IN e con gli altri Club aderenti.

7.D.5.- TESORIERE

Cura gli incassi ed i pagamenti per conto del Club.  Deposita e movimenta i fondi disponibili su conti bancari autorizzati dal Consiglio Direttivo.  Tiene la contabilità del Club e provvede alla stesura dei bilanci preventivo e consuntivo che sottopone al Consiglio Direttivo per l’approvazione.

 

 

7.D.6.- DIRETTORE ORGANIZZATIVO

Coadiuva il Presidente nell’attuazione delle sue competenze, organizza gli eventi, gestisce le iscrizioni dei soci, coordina con il Presidente e gli Area Manager le iniziative sul territorio e cura la divulgazione ai Soci di tutte le informazioni. Gestisce le prenotazioni degli eventi e la realizzazione degli strumenti di networking.

7.D.7.- AREA MANAGER

 Organizzano il Network nelle singole Aree Provinciali. Essi di fatto rappresentano il Direttivo nelle zone di loro pertinenza e sono incaricati di sviluppare le attività nelle stesse zone sotto l’egida del Club, con il supporto ed il coordinamento del Direttore Organizzativo e sotto il controllo del Presidente.

7.D.8.- CONSIGLIERI

 Essi partecipano alle riunioni del Consiglio Direttivo e prendono parte alle deliberazioni e votazioni.  Essi sono nominati in numero di quattro.

7.D.9.- WORKING GROUP MANAGER

Dirigono i Working Group ricevendone mandato dal Presidente. Essi possono essere incaricati di dirigere più Working Group e possono contemporaneamente assumere altre cariche, anche direttive. La loro durata in carica, salvo rinuncia del mandato o destituzione, è legata a quella del Consiglio Direttivo. 

 

ARTICOLO 8 (Consiglio Direttivo)

Sezione A (Membri)

8.A.1.- Sono Membri di diritto del Consiglio Direttivo il Presidente, il Past-President, il Vice Presidente, il Segretario, il Tesoriere, il Direttore Organizzativo, gli Area Manager e i quattro Consiglieri.

8.A.2.- I membri del Consiglio Direttivo saranno scelti dal Presidente e presentati unitamente alla sua candidatura all’Assemblea dei Soci.  Il Presidente sarà eletto secondo le procedure dell’art. 10 dello Statuto, assumerà la carica al 1 Gennaio e la conserverà, salvo rinuncia, per il periodo di tre anni. Il Consiglio Direttivo assumerà anch’esso la carica al 1 Gennaio e rimarrà in carica fino alla naturale scadenza del mandato del Presidente, o sino a sua eventuale rinuncia.

8.A.3.- Nel caso del venir meno di uno o più membri del Consiglio Direttivo, il Presidente procederà alla loro sostituzione entro un mese dall’evento, sentiti il Past President, il Vice Presidente e il Segretario. 

8.A.4.- I componenti così nominati rimarranno in carica fino alla naturale scadenza del mandato del Presidente, o sino a sua eventuale rinuncia.

Sezione B (Riunioni del Consiglio Direttivo)

8.B.1.- Il Consiglio Direttivo si riunisce in seduta ordinaria di regola una volta ogni mese, alla data e nel luogo stabiliti di volta in volta dal Presidente. Nel caso eccezionale in cui uno o più membri del direttivo siano impossibilitati a presenziare alla seduta, sarà per questi possibile partecipare utilizzando canali multimediali (conference call, videoconferenza ecc.). Riunioni straordinarie del Consiglio Direttivo possono essere convocate dal Presidente su propria autonoma decisione o su richiesta di almeno la metà più uno dei componenti del Consiglio stesso. La riunione del Consiglio Direttivo è considerata valida se sono presenti almeno 5 (cinque) dei suoi componenti, tra i quali almeno uno tra Presidente, Vice Presidente e Segretario. E’ considerata presenza anche la partecipazione attraverso i canali multimediali. Il Consiglio delibera a maggioranza dei presenti. 

8.B.2.- Partecipano alle riunioni del Consiglio Direttivo i Working Group Manager nominati dal Presidente.  La loro presenza non è determinante ai fini della regolare costituzione della riunione, ma essi hanno diritto di voto sugli argomenti di pertinenza del Working Group che rappresentano.

8.B.3.- I Soci possono partecipare alle riunioni del Consiglio, senza diritto di voto e senza che la loro presenza sia rilevante ai fini della regolare costituzione della riunione.

Sezione C (Compiti e funzioni)

8.C.1.- Il Consiglio Direttivo è responsabile dell’esecuzione delle delibere approvate dall’Assemblea dei Soci.

8.C.2.- Oltre a quelli implicitamente ed esplicitamente menzionati nel presente Statuto, il Consiglio Direttivo ha i seguenti compiti e poteri:

a)                Programmare l’attività del Club per l’anno sociale e curarne l’attuazione;

b)               Controllare e stimolare l’attività dei Working Group;

c)                Organizzare le Assemblee e preparare gli ordini del giorno;

d)               Predisporre, entro il 15 ottobre di ogni anno, il Bilancio Consuntivo e Preventivo         

           da sottoporre all’Assemblea dei Soci.

ARTICOLO 9 (Assemblea dei Soci)

Sezione A

L’Assemblea dei Soci è costituita da tutti i Soci Effettivi, in regola con i pagamenti.  Essa dovrà essere convocata dal Presidente mediante comunicazione inviata per email o consegnata almeno dieci giorni prima della data fissata ed è validamente costituita con la presenza della maggioranza dei Soci di cui sopra.

Sezione B

9.E.1.- L’Assemblea dei Soci decide in merito ai compiti ad essa assegnati. Le delibere verranno messe ai voti e saranno approvate secondo il criterio di maggioranza dei soci presenti.

9.E.2.- E’ compito dell’Assemblea:

a)                    eleggere il Presidente secondo la procedura dell’art. 10;

b)                   approvare il Bilancio Consuntivo ed il Bilancio Preventivo.

ARTICOLO 10 (Elezioni)

Sezione A

L’elezione del Presidente in scadenza dovrà essere tenuta entro il 15 ottobre di ogni triennio, ovvero – nel caso di prematura rinuncia dell’incarico da parte dello stesso – entro due mesi da tale evenienza.

Sezione B

Il Consiglio Direttivo in carica nomina un Comitato Elettorale, composto da cinque Soci tra cui il Presidente in carica e l’ultimo Past-President, che prenderà, con congruo anticipo sulla scadenza di cui sopra, opportuni contatti con tutti i Soci, onde sondarne la disponibilità ed i suggerimenti.  I soci decisi a candidarsi dovranno comunicare al Comitato tale disponibilità, consegnando altresì la lista del  Consiglio Direttivo  proposto. Il tutto verrà consegnato al Consiglio Direttivo uscente che predisporrà la lista dei Candidati alla Presidenza cui verranno collegate le liste dei rispettivi Consigli Direttivi, una volta ottenuto il gradimento e la disponibilità da parte degli interessati.

Sezione C

La lista dei Candidati verrà comunicata ai Soci contestualmente alla convocazione dell’Assemblea Elettorale.

Sezione D

10.D.1.- Le elezioni dovranno essere fatte per scrutinio segreto dai Soci con diritto di voto presenti.  La scheda elettorale dovrà contenere i nominativi di tutti i candidati, con l’indicazione dei membri del Consiglio Direttivo ad ognuno di essi abbinato. 

10.D.2.- Per risultare eletti è necessaria la maggioranza assoluta dei voti presenti, in caso di non raggiungimento della maggioranza al primo turno elettorale, si procederà ad un secondo turno dove concorreranno solo i due candidati con il maggior numero di voti, anche in questo caso sarà necessaria la maggioranza assoluta dei voti presenti.

Sezione E

L’Assemblea Elettorale nominerà tre scrutatori che procederanno allo scrutinio ed alla successiva proclamazione dei risultati.  Gli eletti assumeranno la carica il 1 Gennaio successivo ovvero – nel caso di elezione anticipata – all’atto stesso della nomina; in questo caso, il Presidente ed il Consiglio Direttivo dureranno in carica, oltre al loro normale triennio, anche per tutto il residuale periodo di anno solare in cui risulta vacante il vecchio Consiglio Direttivo.

ARTICOLO 11 (Riunioni del Club)

Le riunioni del Club, a cui possono partecipare tutti i soci, dovranno essere tenute di regola una volta ogni mese, alla data e nel luogo stabiliti dal Consiglio Direttivo, queste possono anche collimare con iniziative di aggregazione.

ARTICOLO 12 (Working Group)

12.1.- I Working Group sono gruppi di lavoro tematici delegati alla ideazione, organizzazione e gestione di specifici progetti pertinenti alle finalità descritte dall’Art. 2. Essi rappresentano la struttura operativa del Club, sono proposti dal Presidente e ratificati dal Consiglio Direttivo.  I Working Group sono diretti da un Manager, scelto tra tutti i soci (compresi i membri del Consiglio Direttivo) e nominato dal Presidente.  Il Manager, per perseguire gli scopi del Working Group dovrà avvalersi della collaborazione di Soci, da esso selezionati, e vagliati dal Presidente.

12.2.- Il Presidente deve essere reso partecipe di tutte le attività svolte dai Working Group costituiti, esso ha potere di veto nel caso in cui riscontrasse incongruenze o iniziative illegittime rispetto alla delega conferita o agli scopi del Club stesso.

ARTICOLO 13 (Aree Provinciali)

13.1.- Sono definite Aree Provinciali le porzioni di Regione suddivise appunto per Provincia. Le Aree Provinciali sono quattro e coincidono con le provincie di Genova, La Spezia, Savona e Imperia. Per ogni Area Provinciale verrà nominato dal Presidente un delegato presente sul territorio, chiamato Area Manager.

ARTICOLO 14 (Comunicazioni)

14.1.- A tutti i soci è assegnato un indirizzo email “nome.cognome@liguriain.com”.  In caso di omonimia, verrà concordato un soprannome con il socio più recente e verrà assegnato un indirizzo email “soprannome.cognome@liguriain.com”.  Ai membri del Consiglio Direttivo verrà assegnato anche un indirizzo email specifico per l’incarico ricevuto : presidente@liguriain.com, nel caso di più cariche omologhe (ad es. i Consiglieri), verrà aggiunto un numero progressivo da assegnare secondo criteri di ordine alfabetico dei rispettivi cognomi/nomi. A tutti i soci è assegnato uno user name ed una password di accesso al sito internet ufficiale del Club: “http://www.liguriain.com”.  Sono considerate valide a tutti gli effetti le comunicazioni da e verso i soci effettuate tramite gli indirizzi email di cui sopra. 

14.2.- La sede elettronica ufficiale del Club è il sito internet “http://www.liguriain.com”.  Il Presidente del Club potrà inserire nelle apposite sezioni del suddetto sito annunci verso i soci o di interesse generale.  Il sito “http://www.liguriain.com” è da considerarsi a tutti gli effetti come bacheca del Club, mentre l’indirizzo email “liguriain@liguriain.com” sarà l’indirizzo ufficiale del Club.

14.3.- Per dare maggiore visibilità alle singole Aree Regionali, potranno in futuro essere registrati ed utilizzati anche i seguenti URL:

“http://www.genova-liguriain.com”

“http://www.laspezia-liguriain.com”

“http://www.savona-liguriain.com”

“http://www.imperia-liguriain.com”

 

ARTICOLO 15 (Modifiche e Rinvio)

Sezione A

Il presente Statuto può essere modificato su proposta del Presidente,del Consiglio Direttivo o di uno dei suoi componenti, tramite Assemblea dei soci convocata con un preavviso di almeno 10 giorni.  Le modifiche allo Statuto dovranno ottenere il voto favorevole di almeno 2/3 dei Soci con diritto di voto presenti all’Assemblea ed in regola con i pagamenti.

Sezione B

Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto valgono le disposizioni del Codice Civile in materia.

NORME TRANSITORIE

Le norme di cui all’art. 13 e 14 del presente Statuto non avranno efficacia fino a quando il Club non troverà idonei Area Manager e/o non si doterà dell’indicato sito ufficiale e del relativo nome che, in forza delle necessità contingenti, potrebbe non coincidere con quello indicato nell’art. 14.

Sino a quando nella compagine direttiva non potrà sussistere la carica di Past President, questa viene sostituita da un secondo Vice Presidente con uguali poteri e deleghe di rappresentatività.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: